18/11 BullisNo! a Bookcity

Gli spot della campagna sociale contro il bullismo alla importante manifestazione milanese

All'interno di Bookcity, l'appuntamento cittadino dedicato alla lettura, un incontro organizzato da Fondazione Empatia Milano: Bulli in catalogo - Libri Umani da sfogliare, che affronterà in modo inedito il tema del bullismo.

Un momento di riflessione su questo problema sociale crescente che coinvolge giovani e giovanissimi e un'occasione di ascoltare dai protagonisti il racconto di queste esperienze sempre più diffuse:  saranno loro i capitoli di questo episodio di FEM Human Library di Sabato 18 Novembre presso la Mediateca di Santa Teresa, dalle ore 14

A fare da corollario all'incontro montaggi di video a tema - tra i quali i 5 spot della campagna sociale BullisNo! realizzati dagli studenti della Civica in collaborazione con Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, ACBS (Associazione contro il bullismo scolastico), Casa delle donne di Milano, Casa Pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli , Centro Berne di Analisi Transazionale e numerosi sponsor tecnici.
 

La campagna nasce con l’obiettivo di sensibilizzare i giovanissimi e gli spot che la compongono sono stati interamente ideati e girati dagli studenti, partendo dalle suggestioni date dalle associazioni e dietro la guida di docenti esperti di comunicazione pubblicità - Carlo Sigon, Carlotta Tessarolo, e Arianna Pregagnoli. Con stili diversi, sia in termini di comunicazione che di tecniche di racconto, affrontano in maniera sorprendentemente efficace e fresca questo tema importante e delicato della società odierna.

In Fai squadra contro il bullismo si vince la violenza comprendendo una delle capacità più antiche dell'uomo: il sapersi unire facendo squadra. Ne Il Confronto, quelli che sono considerati ragazzate e scherzi cattivi vengono raffrontati ad altrettanti reati del codice penale. Ne Il peso degli altri, un bambino che scopre l'importanza del parlare e del saper "vuotare il sacco" con gli adulti. Una serata di premiazione tipo “notte degli Oscar”, con tanto di premio per il miglior bullo fa da sfondo a La Premiazione