Didattica

I percorsi didattici sviluppati dalla scuola, che si tratti di corsi brevi o di formazione specializzata, condividono innanzitutto l’idea che si possa entrare in relazione con la creatività attraverso la pratica.

Pur non trascurando la preparazione di base sui temi generali e specifici legati all’estetica, la storia, la grammatica del cinema e della televisione, la didattica è in gran parte progettata per moduli di apprendimento produttivi che consentono una costante interazione tra le varie specializzazioni. Così come nella realtà i reparti artistici e tecnici collaborano tra di loro, gli studenti realizzano in questo modo circa 50 tra esercitazioni e produzioni e dalle 5 alle 10 coproduzioni con realtà esterne: opere di fiction, documentari sit-com e animazioni prodotte mentre imparano il proprio lavoro e quello della squadra di cui fanno parte.

A progettare condurre e accompagnare gli studenti in tali percorsi, i docenti e i collaboratori della scuola:  un nucleo di insegnanti storici legato alla storia della formazione artistica e audiovisiva sul territorio lombardo, coadiuvato da circa 70 liberi docenti e professionisti che tengono moduli di specializzazione, supervisionano produzioni e saggi, realizzano workshop o tengono lezioni aperte.   

Per la realizzazione di tutto questo lavoro la scuola mette a disposizione attrezzature di standard professionale e software sempre aggiornati, spazi didattici e teatri di posa, nonché servizi alla didattica come l’ufficio di produzioni che coadiuva gli studenti nell’organizzazione nelle riprese, o la mediateca che con i suoi 5000 titoli contribuisce ad arricchire i programmi della scuola e a la cultura cinematografica dei singoli.

Gli studenti e diplomati vengono sostenuti e accompagnati nella realizzazione della propria carriera artistica e professionale, da un servizio di stage e placement; per facilitare il loro l’inserimento la scuola inoltre attiva ogni anno decine di collaborazioni con realtà esterne su singoli progetti produttivi.