La storia

La Civica Scuola Interpreti e Traduttori "Altiero Spinelli", che oggi comprende la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici, l'Istituto Superiore Interpreti e Traduttori e l'Istituto Superiore di Relazioni Internazionali, è la naturale evoluzione della Civica Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori fondata dal Comune di Milano nel 1980.

Il Dipartimento ha mantenuto e sviluppato le peculiarità che avevano distinto la Civica SSIT fino dalle sue origini. Tra esse vi sono:

  • il rapporto personale e diretto con gli allievi (riconducibile alla frequenza obbligatoria e all'impegno profuso a mantenere un numero ridotto di studenti per classe)
  • la volontà di offrire solo percorsi formativi completi e rilevanti per l'inserimento nel mercato del lavoro
  • la scelta di reclutare il personale docente tra i professionisti di fascia alta del mondo della traduzione e dell'interpretazione, scegliendo solo interpreti o traduttori che lavorano verso la propria lingua madre e non da questa alla lingua straniera

A più di 30 anni dalla sua nascita, la peculiarità del sistema 3 + 2 permette oggi al Dipartimento di offrire un corso triennale pienamente riconosciuto e accreditato secondo il sistema universitario italiano (Mediazione linguistica, Classe L-12 delle lauree nazionali) e tre bienni di specializzazione modellati sul sistema francese (Lauree magistrali francesi in Interpretazione, Traduzione e Comunicazione internazionale).

Questa soluzione consente a chi vi studia e lavora di sperimentare quello "spazio europeo dell'istruzione superiore che favorisce la mobilità degli studenti e dei docenti, la spendibilità dei titoli, nonché la competitività e l'attrattiva delle istituzioni" che nelle parole della Dichiarazione di Bologna del 1998 costituisce l'obiettivo dei quasi 50 Paesi firmatari.