21/06 Festa Europea della Musica: la musica viaggia anche in treno, a bordo del TGV Milano/Parigi, con gli studenti della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

nell’ambito del Protocollo d’intesa Comune di Milano/SNCF

Nell'ambito di
Festa Europea della Musica

21 giugno 2017
VIAGGIO TGV MILANO-PARIGI A/R CON IMPROVVISAZIONI MUSICALI ALL’INTERNO DEI VAGONI

a cura di
Assessorato alla Cultura Comune di Milano e Civica Scuola di Musica Claudio Abbado
un progetto inserito nell’ambito del Protocollo d’intesa tra il Comune di Milano e SNCF

GALLERIA IMMAGINI

Il 21 giugno, giorno del solstizio d'estate, Milano si è trasformata in un palcoscenico per la festa europea della musica con eventi diffusi in tutta la città. 

La “Festa Europea della Musica” nasce nel 1982 su iniziativa del Ministro francese per la Cultura Jack Lang, sull’onda dei risultati di uno studio che mette in luce come cinque milioni di persone, di cui un giovane su due, suonino uno strumento musicale. Sognando una grande manifestazione popolare gratuita dove la musica sia protagonista in ogni suo genere, in poche settimane viene lanciata la Fête de la Musique, il 21 giugno del 1982. Da allora l’iniziativa si è diffusa rapidamente in tutta Europa. 

Il 21 giugno in tante piazze, parchi, musei, spazi pubblici e privati di Milano è andata in scena la musica in ogni sua sfumatura: dall’elettronica al jazz, dal pop alla classica. 

L'occasione ha dato spazio anche un'iniziativa singolare poiché il 21 giugno la musica ha potuto viaggiare anche in treno, a bordo del TGV Milano/Parigi, grazie agli studenti della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado. La musica, come un filo teso tra le due città, ha tenuto  vivo il legame ideale tra due importanti capitali culturali. Lungo le vetture del TGV si sono proposti concerti live con alcuni standard di jazz e brani celebri di musica classica, si sono intrattenuti i viaggiatori con improvvisazioni, giochi musicali e premi offerti da SNCF nella vettura bar. I passeggeri hanno dovuto indovinare il titolo, l’opera da cui il brano era tratto, prima che questo fosse eseguito.

Lorenzo Gavanna, flautista, ha suonato brani (3/5 minuti) di J.S. Bach, C.P.E. Bach, Debussy, A. Stamitz, Mercadante, Verdi, F. Chopin; Alberto Gariboldi (tromba), Chiara Maturo (flauto - jazz/classica), Luca Radaelli (clarinetto), allievi dei Civici Corsi di Jazz, hanno improvvisato partendo da noti pezzi jazzistici.

Il progetto si inserisce nell’ambito del Protocollo d’intesa tra il Comune di Milano e SNCF, società nazionale delle ferrovie francesi, ed è realizzato in collaborazione con Atout France Milano.

 

programma

  • Alberto Gariboldi, tromba
  • Chiara Maturo, flauto (jazz/classica)
  • Luca Radaelli, clarinetto 

Studenti Civici Corsi di Jazz/Civica Scuola di Musica Claudio Abbado 

improvvisazioni jazz 

 

  • Lorenzo Gavanna,flauto traverso  

Studenti Istituto di Musica Classica Civica Scuola di Musica Claudio Abbado 

 Carrozze

o   J.S. Bach, Partita in la minore (Allemanda, Corrente, Sarabanda, Bourée Angloise)
o   C. Debussy, Syrinx
o   A. Stamitz, Allegro di Concerto
o   C.P.E. Bach, Sonata in la minore Wq 132 (Poco Adagio, Allegro, Allegro)

Zona bar 

o   S. Mercadante, Variazioni su Là Ci Darem La Mano, da Don Giovanni di W.A. Mozart
o   G. Verdi, Fantasia su Rigoletto
o   G. Verdi, Fantasia su La traviata

Carrozze

o   S. Mercadante, Cara per te quest’anima
o   F. Chopin, Variazioni su La Cenerentola di G. Rossini