Summer School alle Scuole Civiche 2017 - Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Scena e retroscena

seminari intensivi di Recitazione, Improvvisazione, Regia, Scrittura e Conduzione didattica - 3>29 luglio
 

La Summer School è il cuore dell'offerta formativa Open della Scuola Paolo Grassi. Si rivolge ad un pubblico il più eterogeneo ed ampio possibile con l'obbiettivo di fornire grammatiche, tecniche ed approfondimenti della didattica per la scena. Propone seminari a carattere intensivo, sia in fascia diurna che serale, strutturati in modo da agevolare la frequenza anche di allievi eventualmente fuori sede o lavoratori. E' possibile acquisirvi strumenti pre-professionalizzanti e orientativi al pari di metodologie professionali di matrice internazionale.

L'edizione 2017 Scena e Retroscena presenta un'ampia gamma di approfondimenti tecnici e metodologici relativi alla recitazione, all'uso espressivo del corpo, alla ricerca della propria autorialità scenica, alla regia come know-how compositivo spendibile in qualunque contesto si richieda di trasformare contenuti in eventi e alla formazione nella conduzione di alboratori teatrali in contesti sociali ed educativi.

  _______________________________________________

Programma teatro 2017

Pluridisciplinari

Recitazione
introduttivo/propedeutico

base
3>15 luglio

Lavori individuali
studio di monologhi e dialoghi
base/intermedio
17>29 luglio

Monografici diurni

Racconto quindi esisto
seminario intensivo di recitazione e tecniche di narrazione

a cura di Silvia Frasson
3>8 luglio

Il respiro, la voce, il testo (metodo Linklater)
seminario intensivo di espressione vocale
a cura di Margarete Assmuth
10>15 luglio

Recitare davanti alla macchina da presa
seminario intensivo di recitazione
a cura di Giorgina Cantalini
17>22 luglio

«Questa sera si recita a soggetto alla Paolo Grassi» e «Walking and Falling»
seminario intensivo di recitazione e improvvisazione con dimostrazioni finali
a cura di Evdokimos Tsolakidis
24>29 luglio

Monografici serali

Accendi il comico che è in te

seminario intensivo di drammaturgia del comico
a cura di Alessandra Faiella
3>7 luglio

Retroscena
seminario intensivo di formazione alla conduzione di laboratori di teatro

a cura di Alice Bescapè
10>15 luglio

Čechov e i monologhi interrotti
seminario intensivo di recitazione

a cura di Luciano Colavero
17>22 luglio

Movement Integration
seminario intensivo di movimento espressivo (sistema Laban/Bartenieff)

a cura di L. Rapisarda e M. Sapienza di Thymos – Movement Research Center Laban/Bartenieff-Italia
17>22 luglio

Leggere un 'testo' e farne uno spettacolo
seminario intensivo di regia e analisi del testo teatrale (non solo per il teatro)
a cura di Riccardo Mallus
24>29 luglio


Summer School alle Scuole Civiche

Summer School alle Scuole Civiche è oggi l'insieme delle offerte formative che riguardano seminari intensivi di cinema e teatro, svolti presso i dipartimenti di Fondazione Milano Scuole Civiche: la Scuola di Cinema Luchino Visconti e la Scuola di Teatro Paolo Grassi.

E' un'iniziativa che nasce e si sviluppa con il Comune di Milano e fa parte di Milano Summer School, kermesse estiva che vede più di trenta tra scuole, accademie e università, di quei settori per i quali la città è famosa nel mondo (moda, design, teatro, danza, arti visive, cinema e audiovisivo, comunicazione, management e altro), proporre corsi ispirati al know how di cui sono portatrici o alle peculiarità didattiche specifiche che le hanno contraddistinte come 'scuole d'eccellenza'. Milano Summer School è promossa dall’Assessorato Educazione ed Istruzione e in particolare dall’Area Giovani, Università e Alta Formazione – Unità Università e Alta Formazione del Comune di Milano.

L'intento di Summer School alle Scuole Civiche è dunque quello di contribuire alla crescita professionale e umana e allo sviluppo del talento delle nuove generazioni. Ma è anche il luogo 'protetto e privilegiato' per chiunque, animato da passione o da incontenibile curiosità, decida di dedicare il proprio tempo libero all'acquisizione di strumenti mutuati dal campo dell'arte e dell'innovazione, non solo per compiere i propri primi passi verso il futuro, ma anche per un utilizzo trasversale e integrato dei linguaggi espressivi, delle metodologie e tecnologie che li sottendono, nella propria professione. In una parola: è un servizio del territorio al territorio e aperto alle richieste e alle esigenze di tutto il paese.

foto su gentile concessione di Silvia Frasson