L’Europa League chiama, il Milan risponde riempiendo San Siro

ll Milan è pronto per rituffarsi nell’Europa League. Giovedì 8 marzo è in programma l’andata degli ottavi di finale con l’Arsenal. Sono previsti 70.000 tifosi attorno a San Siro per la sfida internazionale. Come ha reso noto la società rossonera, sono già stati venduti oltre 67mila biglietti e il clima attorno allo stadio fa pensare che i numeri continueranno a salire.

Continua a leggere

Fai la cosa giusta in Fiera Milano City

Ha avuto luogo a Milano la quindicesima edizione della fiera Fai la cosa giusta, evento promosso da Terre di mezzo, che ogni anno si svolge negli ambienti della Fieramilanocity. All’interno della fiera 700 stand di aziende, associazioni e istituzioni divise in 10 aree tematiche.

Continua a leggere

Giro d’Italia 2018 ritorna lo Zoncolan

 

La salita tra le piu’difficili della storia del ciclismo

La carovana del Giro d’Italia ritorna in Carnia,ad aspettarla,la 14a tappa che partira’il 19 maggio, da San Vito al Tagliamento. I corridori affronteranno una delle imprese storiche,quella dell’arrivo sulla cima del monte Zoncolansoprannominato dagli addetti ai lavori,il Kaiser e scoperto nel 1998 e segnalato alla Federazione Ciclistica Italiana dal famoso allenatore di calcio ed ex allenatore dell’Udinese, Francesco Guidolin, appassionato ciclista,durante un suo sopralluogo.Quello di quest’anno è il sesto appuntamento con la mitica montagna carnica,che può essere affrontata da due differenti versanti,dal comune di Sutrio e da l comune di Ovaro. Il 2018 spetta ad Ovaro e all’inizio  della salita, un cartello recita la frase eloquente della difficoltà del percorso,chiamandola:”La porta per l’inferno.” Dieci km di salita con un dislivello di 1.287 m,un vero calvario per i ciclisti. Il record di ascesa dello Zoncolan rimane tutt’ora di Gilberto Simoni ottenuto nel 2007 con il Tempo di 39’03”. Ma la tappa che tutti i tifosi non dimenticano ancora oggi è quella del 2003,vinta da Gilberto Simoni,ma dove il vero protagonista fu l’indimenticato eroe del ciclismo Marco Pantani,che arrivò quinto nel tentativo di ritornare protagonista dopo i tristi fatti accadutigli nella tappa finale del Giro d’Italia dl 1999 da Madonna di Campiglio all’Aprica,nella quale venne fermato e squalificato. Una tappa che rappresenta lo spirito indomito leale e coraggioso Degli abitanti di questa terra,la Carnia,che merita di essere conosciuta come tanti meravigliosi luoghi del nostro paese che ospita insieme al Tour de France una delle corse ciclistiche più belle al mondo.

Monte Zoncolan e la Carnia

La montagna fa parte del gruppo montuoso del Monte Arvenis-Tamais,all’interno delle Alpi Carniche. La cima è raggiungibile dal comune di Sutrio,il cui percorso risulta più lungo ma meno impegnativo,rispetto alle pendenze che i corridori affronteranno quest’anno partendo dal comune di Ovaro. Ma il monte Zoncolan è raggiungibile per i tanti tifosi ed appassionati che giungeranno,anche dalla splendida localita’ montana del comune di Ravascletto,tramite la funivia,meta conosciuta e frequentata dai tanti sciatori nel periodo invernale. Tra i quali amava sciare su questa splendida Montagna,il famoso calciatore brasiliano Zico nel periodo in cui militava all’Udinese. Il versante ovest che parte dal comune di Ovaro è considerato il più impegnativo d’Europa superando in difficoltà anche il Passo del Mortirolo,il Colle delle Finestre e l’Angliru. Ma ricordiamo che la prima volta in cui venne affrontata questa durissima tappa di montagna fu nel luglio del 1997 con l’arrivo del Giro d’Italia Femminile e con la scalata dominata da Fabiana Luperini,anche se allora la cima non fu raggiunta e l’arrivo fu fissato a 3 km dalla cima per le pessime condizioni della strada. Le donne del ciclismo diedero un esempio di forza e di coraggio emulando lo spirito delle donne carniche come le famose ed eroiche portatrici carniche che durante la Prima Guerra Mondiale salivano i duri sentieri di montagna per rifornire le nostre truppe nelle trincee. Ma l’aspetto straordinario di questo evento sportivo del mondo del ciclismo è lo scenario della folla dai mille colori che si ritrova lungo i margini della impervia salita per incitare ed accogliere trionfalmente gli eroici corridori che affrontano questa dura tappa che rappresenta il forte carattere della gente Carnica abituata ad affrontare le mille difficoltà della vita nel corso del tempo,come il terribile terremoto che avvenne il 6 maggio del 1976, ma sempre con il cuore aperto ad accogliere la gente  con un sorriso.

Ex voto messicani in mostra a Milano

 

A Milano nella Casa di Alessandro Manzoni  si e’ inaugurata il 17/3/18 la mostra Buena Suerte Milagros de Mexico  dedicata agli ex-voto messicani. Realizzata dai collaboratori della Fondazione Per Grazie ricevute, coordinati dalla curatrice Roberta Riccio, la mostra si articola in un percorso ricco di storia,tradizione tra superstizioni e leggende, usi e costumi che ci forniscono un gran numero di  informazioni sulla cultura del popolo messicano. Le opere esposte sono circa 300, provenienti da collezione privata e vengono chiamate retablos. Gli ex voto sono dipinti quasi sempre su materiali poco costosi come la latta, richiamano la devozione popolare, il foklore e la passione del Mexico raccontato ironicamente attraverso la vita quotidiana con antiche leggende  ancora fortemente presenti nella cultura popolare. Una mostra tutta da guardare ed apprezzare con attenzione ma anche con un sorriso. Adatta a un pubblico di ogni eta’, compresi i bambini. Aperta fino al 29/3/19.

 

Continua a leggere

Frida Khalo al Mudec di Milano con opere inedite

La mostra dedicata a Frida Khalo ed intitolata “Frida oltre il mito” si e’aperta Il 1 febbraio al Mudec di Milano e si concluderà il 3 giugno 2018 ed e’ presente con oltre 200 opere tra dipinti,disegni Fotografie e con due opere mai esposte in Italia:”Autoritratto con scimmia” e la “Nina con colar”. La mostra svelerà per la prima volta materiale ritrovato nel 2007 nella Casa Azul,la residenza a Citta del Messico,dove l’artista nacque il 6 luglio 1907 e mori’ il 13 luglio 1954. Per anni per volontà di Diego Rivera,il grande e famoso pittore muralista messicano e marito di Frida, le stanze della casa sono rimaste chiuse. Ma alla morte dell’unica erede,Dolores Olmedo,il figlio   che eredito’ la casa museo,decise nell’anno del centenario dalla nascita della Khalo,di aprire tutte le stanze.

Continua a leggere

La musica e il suo tempo

Il mondo della musica è stato influenzato in maniera pervasiva dalle innovazioni tecnologiche degli ultimi decenni. La possibilità di diffondere i prodotti musicali via web ha dato il via a una grave crisi dell’industria discografica, ma contemporaneamente ha creato nuovi spazi che permettono a numerosi artisti di farsi conoscere e di emergere. Inoltre l’home recording ha cambiato anche il mondo della produzione musicale.

La musica di oggi è un panorama complesso e contraddittorio di cui la rete è una componente imprescindibile. Con una serie di interviste abbiamo approfondito questi temi coinvolgendo molti protagonisti della filiera produttiva musicale.

STAMPA A CARATTERI MOBILE: il nuovo giornalismo

Internet, smartphone e social media hanno cambiato profondamente ogni aspetto della nostra quotidianità, compreso il modo di raccontarla. La rivoluzione digitale ha ribaltato il modo di fare informazione: in uno scenario in cui tutti possono produrre i contenuti e tutto può essere giornalismo, si ridefiniscono i confini della professione giornalistica.

 

Continua a leggere

Mirkoeilcane, dopo Sanremo incanta anche Varese

Reduce dal 68° Festival di Sanremo, Mirkoeilcane lo scorso 27 febbraio 2018 ha incontrato i suoi fan alla libreria Mondadori di Varese: un incontro semplice, ma genuino, proprio com’è il cantautore romano, autore del brano “Stiamo tutti bene”, un testo duro ma poetico, dedicato al dramma dei migranti.

Continua a leggere

Light Theaters, una mostra sul Sacro Monte di Varese

A Varese, dal 10 febbraio al 25 marzo 2018, Villa Panza ha ospitato Light Theaters, una mostra curata dagli studenti dell’Accademia di architettura di Mendrisio (Svizzera), sul rapporto tra la luce e le cappelle del Sacro Monte, dal 2003 Patrimonio mondiale dell’umanità.

Continua a leggere