Vintage a Milano: East Market come a Londra

Spread the love

Vintage, moda, arte e cibo: esplosione di vita all’East Market Milano

Domenica 20 marzo festa di primavera vintage all’East Market Milano, in via Ventura 14. Arte, moda e design, il tutto condito con musica e cibo internazionale. Grande afflusso di persone di tutte le età, provenienti da Milano e non solo.

In vero stile british. East Market è il primo market dedicato ai privati, dove tutti possono vendere, comprare e scambiare ogni tipo di merce. L’ispirazione viene dai mercati della East London, dove ognuno può esporre e vendere ciò che vuole: antiquariato, modernariato, vintage, second hand, sneakers, dischi, curiosità e vecchie collezioni. L’ingresso è libero e ogni edizione è impreziosita da musica e street food da gustare comodamente seduti su vecchi bancali. East Market Milano nasce dalla passione di Gianluca Iovine e Linda Ovadia, due design milanesi, per i mercatini e la creatività. In linea con lo spirito londinese è stata scelta come location una storica azienda metalmeccanica risalente alla Seconda Guerra Mondiale, nel cuore della Design District di Lambrate.

Passione vintange. L’amore per i vinili, il recupero di vecchi oggetti come valige, macchine da cucire e barattoli, e la ricerca attenta di vestiti che non passano mai di moda, perché la moda ritorna, è un continuo rincorrersi, sono la spinta motore di East Market e per tutti gli appassionati del genere. Non mancano videogiochi anni ’80, quelli che portavano i ragazzi al bar e che sono rimasti nel cuore, nonostante le nuove console.

La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo, nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo. Una moda che non raggiunge le strade non è moda. La moda passa, lo stile resta. La moda è fatta per andare fuori moda. La moda riflette sempre i tempi in cui vive, anche se, quando i tempi sono banali, preferiamo dimenticarlo. La moda è architettura: è una questione di proporzioni. (Coco Chanel)

Appuntamento virale. Il mercato delle pulci di Lambrate è diventato un appuntamento fisso capace di richiamare ogni mese migliaia di persone. In poco più di un anno di attività dieci le edizioni realizzate, 1680 gli espositori coinvolti e circa 100 mila i visitatori che hanno curiosato fra gli stand. Per capire la portata del fenomeno si può dare anche un’occhiata alla pagina Facebook, che piace a 26.791 persone, mentre all’evento di domenica, sempre secondo il social, erano attese più di 4 mila persone.

Largo al lavoro creativo. «Entrambi siamo appassionati di vintage» – spiega Iovine –  «e lavoriamo nel mondo della moda: l’idea di fare questo mercatino ci è venuta viaggiando per il mondo, visitando città come Londra e New York. Si chiama East Market perché qui a Lambrate siamo a Est di Milano ma anche perché ci siamo ispirati ai mercati dell’East London. La struttura è di inizio ‘900 e oggi si reinventa, in uno spazio dal fascino industriale di oltre 5000 mq.»

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *